Conservare l’abito da sposa. L’importanza di una custodia di qualità.

come conservare il vestito da sposa

All’abito da sposa è associato il ricordo di un giorno bellissimo e spesso sognato. Ti abbiamo già spiegato in questo articolo come pulire in modo sicuro il tuo vestito da sposa. Ora vogliamo darti alcuni consigli su come conservalo in modo corretto e quanto sia importante proteggerlo con una custodia di qualità.

Per essere sicuri di preservare il tuo vestito da sporco, insetti e polvere, è di fondamentale importanza scegliere un luogo asciutto e ben ventilato. Evita assolutamente di riporlo in cantina o in soffitta.

Fossi in te, gli riserverei un posto in armadio, appeso su di una gruccia dal capospalla spesso almeno 5 centimetri. Puoi optare per una gruccia imbottita oppure una in velluto, che è antiscivolo e piuttosto elegante.

Evita di esporre il vestito alla luce diretta del sole che alla fine ingiallisce i tessuti e ti assicuro che questo tipo di macchie non andranno più via.

nel caso si presentassero, puoi provare a risolvere con bicarbonato o sapone di Marsiglia. Non recupererai del tutto la brillantezza del bianco ma forse riuscirai a schiarire le macchie

Una volta scelto il posto giusto per conservare il tuo abito da sposa, è opportuno scegliere l’accessorio più adatto per contenerlo.

In giro ci sono un sacco di soluzioni più o meno valide, come scatole di cartone, custodie di cotone o di organza.

Optando per la scatole di cartone, puoi correre il rischio che alla lunga la carta possa trasferire il colore sui tessuto del tuo vestito. Se proprio devi sceglierne una, assicurati che essa sia di buona qualità e di colore preferibilmente bianco.

Le custodie di cotone sono una valida alternativa, sono traspiranti, eleganti ed ecologiche. Hanno un solo svantaggio. Non sono antitarme e si bagnano con facilità.

Per questo motivo, mi sento di suggerirti l’utilizzo delle nostre custodie per abiti da sposa.

Le produciamo in tessuto non tessuto di diverse grammature e colori. Inoltre a catalogo abbiamo un sacco di formati che si adattano a qualsiasi vestito.

Le proprietà del tessuto non tessuto sono molto simili a quelle del cotone. Esso è una fibra traspirante, antigoccia e soprattutto antitarme. Essendo composto al 100% da polipropilene, atossico e inodore, possono essere tranquillamente lavate in lavatrice.

Inoltre, grazie alla loro pratica cerniera, è molto facile aprirle per controllare periodicamente la salute del tuo abito da sposa.

Alla nostre custodie possiamo applicare dei soffietti trasparenti, sempre realizzati in polipropilene, che consentono di vedere il contenuto senza dove per forza aprire la custodia.

custodie abiti da sposa

Le nostre custodie per abiti da sposa, rispetto a quelle in cotone o tulle, sono piuttosto economiche.

Per questo motivo esse sono utilizzate da moltissimi negozi di abbigliamento e rinomate sartorie artigianali.

Per conservare il tuo abito da sposa puoi utilizzare benissimo la custodia che l’atelier dove l’hai acquistato ti ha sicuramente dato in dotazione.

Se la custodia fosse colorata, non avere paura. Il colore non si trasferisce sui tessuti perché il polipropilene nasce da granuli colorati e non viene tinto.

Sperando che i nostri consigli ti siano stati di aiuto, lascia che ti suggerisca altri trucchetti per conservare la meglio il tuo abito da sposa.

Puoi usare dei profumatori repellenti agli insetti. In rete ne trovi di diversi tipi. Poi anche sbizzarirti a crearne di tuoi, magari utilizzando dei sacchetti di stoffa che andrai a riempire con i fiori secchi.

un altro trucchetto che puoi utilizzare, è quello di avvolgere il vestito in un panno di cotone o lana per ridurre al minimo il rischio che esso possa assorbire umidità.

In sintesi, conservare il tuo abito da sposa non è una questione complicata. Con qualche piccolo accorgimento e l’uso di una custodia in tessuto non tessuto, puoi stare certa di preservare per lungo tempo il tuo bellissimo vestito e magari tramandarlo alle generazioni future, magari proprio a tua figlia. Ti assicuro per esperienza che non c’è nulla di più romantico.

Menu