Guida Completa alla Stampa in Serigrafia.

stampa serigrafica

Introduzione:

La stampa in serigrafia è un’arte antica e affascinante che continua a conquistare il mondo moderno grazie alla sua versatilità e alla qualità dei risultati. In questo articolo, esploreremo il processo di stampa in serigrafia, concentrandoci sulla creazione dei telai e svelando i segreti degli inchiostri utilizzati per stampare su tessuti non tessuti.

Creazione dei Telai di Stampa:

  1. Selezione del Telaio: Il primo passo cruciale nella stampa in serigrafia è la scelta del telaio. Di solito, i telai sono realizzati in alluminio o legno, e la decisione dipende dalla durata e dalla qualità desiderate. Molto importante è la scelta della maglia, che è composta da fili di nylon più o meno fitti. A secondo dello spessore della maglia puoi decidere di far passare più o meno inchiostro. Questo dipende dal materiale che vai stampando. Se ti serve un effetto coprente, puoi utilizzare maglie non inferiori ai 43 fili. Se invece ti servono stampa definite, con dettagli molti piccoli, allo puoi optare per una maglia da 100 fili o superiore. Insomma, avrai capito, che la serigrafia non è una scienza esatta e necessita di molta esperienza e pratica che affinerai nel tempo.
  2. Preparazione del Telaio: Una volta selezionato il telaio, si procede con la preparazione. Questo include l’applicazione di uno strato di emulsione fotosensibile sulla maglia del telaio. Attenzione a farla asciugare bene, altrimenti in fase di sviluppo avrai un effetto davvero deludente. Dopo l’asciugatura, viene la fase più importante, che è quella dell’incisione. L’emulsione viene esposta alla luce attraverso un film trasparente contenente il disegno desiderato, la cosiddetta pellicola. Il tempo di esposizione dipende dalla gelatina, o emulsione. Per non sbagliare e rischiare di bruciarla, ti consiglio di leggere la scheda tecnica. Ci sono diversi tipi di emulsione, che variano a secondo degli inchiostri che decidi di usare. Personalmente, uso una emulsione universale della Eptainks della cui resa sono molto contento. Dopo l’esposizione, l’emulsione indurita protegge la maglia lasciando scoperte solo le aree corrispondenti al motivo.
  3. Sviluppo del Telaio: Dopo l’esposizione, il telaio viene lavato per rimuovere le parti non indurite dell’emulsione, lasciando un’area aperta sulla maglia del telaio attraverso la quale passerà l’inchiostro durante la stampa. Il consiglio è di fare asciugare il telaio molto bene prima di procedere alla stampa.
inchiostri serigrafici per tessuto non tessuto

Tipologie di Inchiostri Utilizzati per la Stampa su Tessuti Non Tessuti:

  1. Inchiostri a Base d’Acqua: Gli inchiostri a base d’acqua sono ecologici e ideali per la stampa su tessuti non tessuti. Essi offrono una gamma di colori vivaci e sono noti per la loro aderenza efficace al tessuto.
  2. Inchiostri Plastisol: Gli inchiostri plastisol sono a base di PVC e offrono una maggiore durata rispetto agli inchiostri a base d’acqua. Sono ampiamente utilizzati per la stampa su tessuti non tessuti grazie alla loro resistenza al lavaggio e alla luce.
  3. Inchiostri a Base di Solventi: Questi inchiostri sono adatti per stampe su tessuti non tessuti destinati a utilizzi esterni, poiché sono resistenti alle intemperie. Tuttavia, vanno utilizzati con cautela a causa dei solventi volatili.

Tecniche Avanzate di stampa serigrafica:

  1. Stampa Multicolore: La serigrafia consente la stampa multicolore attraverso l’utilizzo di telai multipli. Ogni telaio corrisponde a un colore specifico, consentendo la creazione di design complessi. Tuttavia, questa tecnica di stampa è ormai obsoleta, perché lenta e costosa, ormai sostituita da altre soluzioni come la stampa digitale.
  2. Cura dell’Inchiostro: Dopo la stampa, è essenziale curare l’inchiostro per garantire una resistenza ottimale al lavaggio e agli agenti atmosferici. La cura avviene attraverso il calore o l’essiccazione all’aria, a seconda del tipo di inchiostro utilizzato. In questo modo, si favorisce la polimerizzazione e si aumenta la resa della stampa.

Gestione Responsabile: Lo Smaltimento degli Inchiostri nella Stampa in Serigrafia

Oltre alla maestria tecnica nella creazione dei telai e alla scelta accurata degli inchiostri per la stampa su tessuti non tessuti, la gestione responsabile degli inchiostri e dei materiali utilizzati è fondamentale per ridurre l’impatto ambientale dell’intero processo di serigrafia. Ecco alcune considerazioni importanti riguardo allo smaltimento degli inchiostri:

  1. Inchiostri a Base d’Acqua: Gli inchiostri a base d’acqua sono spesso preferiti per la loro eco-sostenibilità. Il loro smaltimento è più agevole rispetto agli inchiostri contenenti solventi aggressivi. Tuttavia, è comunque consigliabile consultare le normative locali per lo smaltimento corretto.
  2. Inchiostri Plastisol e a Base di Solventi: Gli inchiostri plastisol e a base di solventi richiedono una maggiore attenzione durante lo smaltimento. A causa dei solventi potenzialmente dannosi, è fondamentale adottare pratiche di smaltimento conformi alle normative ambientali vigenti. La corretta gestione di questi materiali contribuisce a prevenire inquinamenti del suolo e dell’acqua.
  3. Programmi di Riciclo e Recupero: Alcune aziende specializzate offrono programmi di riciclo e recupero per gli inchiostri utilizzati nella stampa in serigrafia. Partecipare a tali programmi consente di ridurre l’impatto ambientale, garantendo che gli inchiostri siano smaltiti in modo sicuro e responsabile.
  4. Conservazione Adeguata degli Inchiostri: Per ridurre gli sprechi e la necessità di smaltire grandi quantità di inchiostro, è fondamentale conservare gli inchiostri correttamente. Chiudere accuratamente i contenitori, mantenere puliti gli strumenti di stampa e utilizzare solo la quantità necessaria contribuisce a evitare sprechi.
  5. Formazione e Consapevolezza: Educare gli operatori di stampa sulla gestione sostenibile degli inchiostri è un passo essenziale. La formazione riguardante le pratiche di smaltimento sicuro e rispettoso dell’ambiente crea una cultura aziendale consapevole e responsabile.

Conclusioni

In conclusione, la stampa in serigrafia non si limita alla creazione di opere d’arte su tessuti non tessuti, ma comporta anche una responsabilità ambientale. Attraverso la scelta oculata degli inchiostri, la partecipazione a programmi di riciclo e la formazione continua del personale, è possibile minimizzare l’impatto ambientale, contribuendo a preservare il nostro pianeta mentre si esplorano le infinite possibilità creative della serigrafia.

A proposito di creatività, di seguito alcuni esempi di stampa che abbiamo realizzato su tessuto non tessuto.

Alcune applicazioni di stampa serigrafica su tessuto non tessuto

Stampa su copriabiti in tnt

Stampa su sacchetti per borse, scarpe e piccola pelletteria

Serigrafia su gadget per eventi tipo tracolle portabicchieri

Menu